skip to Main Content

MyMicroGallery è uno spazio abitativo/espositivo di Stefania Carrozzini riservato agli artisti di tutto il mondo e destinato ad accogliere idee senza confini, un luogo fisico e virtuale per progetti e confronti dove gli artisti sono gli assoluti protagonisti. Nella mia nuova abitazione c’è una piccola stanza quadrata di 2 metri per due che si distingue dal resto della casa: ha il pavimento nero e una funzionalità discutibile. Per mesi cerco di capire cosa fare, cosa deve diventare quel piccolo spazio, troppo grande per farne un ripostiglio, troppo piccolo per essere un soggiorno. Il mio trasloco d’altronde è avvenuto il primo aprile. Una sorpresa dovevo pur aspettarmela! Non credo al caso e ho pensato che quello spazio era lì per me, mi aspettava, era la piccola galleria nella casa, con il pavimento verniciato di nero che mi ricordava un po’ quello di ardesia che avevo lasciato allo studio D’Ars, un luogo a me caro dove ho organizzato moltissime mostre, e ho incontrato tantissimi artisti. Sono passati due anni, giusto il tempo di rodaggio per avviare la mia nuova attività indipendente. Faccio un piccolo sondaggio in giro tra gli amici. Chiedo il loro parere su questa idea che mi frulla per la testa da un po’ di giorni. E poi ecco: mymicrogallery parte. Grazie anche a tutte quelle persone che mi hanno incoraggiato a proseguire. La prima artista a essere ospitata è l’australiana Monique Lovering. Inauguro la sua mostra “The Journey Home” il 25 settembre del 2013. Riempio la piccola stanza di disegni e, un po’ alla volta, eliminando mobili e aggiungendo faretti, la mia casa si trasforma in una galleria, tant’è che le persone che la visitano mi chiedono stupiti se vivo qui! Da allora ho cambiato quasi tutto, ho rinunciato ad avere una grande cabina armadio, ma la cucina e la camera sono rimaste! Ogni mostra è un piccolo trasloco: gli oggetti migrano nelle stanze adiacenti per poi riprendersi il loro posto. Lo spazio espositivo si esteso a quasi tutta la casa. Microgallery è il cuore , il fulcro, un luogo speciale, un magico contenitore dove tutto ha avuto inizio. E’ il simbolo del “piccolo nel grande” e viceversa. Tutto quello che è presentato nel micro spazio, ha un fascino particolare. E’ una sorta di galleria bonsai.

Questa è una scelta che si può fare solo se arte e vita non sono separate nemmeno nel quotidiano.

A volte mi sembra una scelta estrema, dove non c’è privacy dove non si stacca mai, e invece così l’arte la respiro e la mia casa muta aspetto e generando nuove energie. Le persone che visitano le mostre trovano uno spazio accogliente, le inaugurazioni sono un vero e proprio incontro dove chiunque è messo a proprio agio e si sente parte di qualcosa. E’ questo che il lavoro dovrebbe essere nel futuro: non un tempo separato e alienato dalla vita, ma una scelta libera e consapevole, scelta di luoghi e di azioni, azioni in armonia con noi stessi e luoghi dove operare per il bene e per il bello, dove siano rispettati i modi di essere umani e dove è celebrata la vita con immensa gratitudine. MyMicroGallery è uno spazio abitativo/espositivo di Stefania Carrozzini, situato nel centro storico di Milano vicino all’Ultima cena di Leonardo Da Vinci, Triennale Museum, Castello Sforzesco, Duomo Square, e rappresenta artisti di tutto il mondo. La fondatrice Stefania Carrozzini è attiva nel campo dell’arte da circa trent’anni come curatrice ed artista e dal 2013 ha destinato il suo spazio abitativo all’arte e al bello.La sua missione è quella di accogliere idee senza confini, creando un luogo di speranza attiva, un’oasi di pensiero libero e tollerante, dove non solo si curano mostre, ma dove si curano i modi di essere umani e gli artisti sono assoluti protagonisti. MyMicroGallery è attiva anche a New York presso Onishi Gallery, 521 West 26th Street e a Londra a Camden Image Gallery.

Back To Top